Il FORUM FAMIGLIE SUL PDL SU FINE VITA ALL’ESAME DEL CONSIGLIO REGIONALE

Il FORUM FAMIGLIE SUL PDL  SU FINE VITA ALL’ESAME DEL CONSIGLIO REGIONALE
25 Lug 2022

Il Forum delle Associazioni Familiari di Puglia esprime profonda preoccupazione circa l’eventualità della approvazione da parte del Consiglio regionale pugliese del pdl sul fine vita, presentato dal consigliere PD, Fabiano Amati.

Vorremmo fare alcune considerazioni, di metodo e di merito.

Di metodo:1.non si legifera su una materia tanto delicata quanto divisiva, riguardante i diritti essenziali delle persone, su cui non esiste una normativa nazionale che dia indicazioni concrete alle regioni.

2. Non si dedica ad un tema così importante lo spazio di pochissime settimane, assolutamente insufficienti a permettere un adeguato approfondimento della materia, che non si limiti a garantire la libertà di chi vuole porre fine alla sua esistenza, ma esplori la reale situazione di tantissimi ammalati cronici e delle loro famiglie nella nostra Regione

Di merito: In un momento drammatico e delicato come quello che sta vivendo il Paese , ci sembra assolutamente prioritario che la Regione si dia come obiettivo fondamentale il sostegno ai malati gravi non autosufficienti, ai malati cronici , ai portatori di malattie incurabili o neurodegenerative, spesso abbandonati nelle loro case, lasciati alle cure della famiglia e soprattutto del caregiver familiare, che deve far fronte ad un impegno spesso 24 ore al giorno, senza riposo, deprivato della sua vita relazionale, sociale, lavorativa e senza adeguati sostegni.

Purtroppo le cure palliative proposte al malato si riducono non di rado alla somministrazione di farmaci per la gestione del dolore, nella fase terminale della malattia e conosciamo bene le carenze di una assistenza domiciliare , di fatto prevalentemente a carico delle famiglie.

Tutto questo evidentemente richiede ingenti investimenti che forse la Regione non è in grado di assicurare? E allora meglio favorire la diffusione del suicidio assistito o dell’eutanasia?

E’ davvero questo il modo di avere cura dei più fragili? Sono questi i diritti cui dare prioritaria attuazione?Si scongiuri la deriva che privilegia la cultura dello scarto di quanti si ritiene non possano essere curati

La Puglia sia la prima Regione ad assicurare cure ed assistenza domiciliari, cure palliative, sostegno ai caregivers ed alle famiglie degli ammalati: di questo i pugliesi andranno finalmente orgogliosi!

Bari, 25 luglio 2022

Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi