Ikea Bari, e se si proponesse un concorso per premiare le giovani coppie che vogliono “metter su famiglia”?

Ikea Bari, e se si proponesse un concorso per premiare le giovani coppie che vogliono “metter su famiglia”?
18 Mag 2018

Lo sapevate? A Bari, come in tutta la Puglia, è difficile fare famiglia.

La gravissima denatalità che coinvolge tutta Italia, aggravandosi però nelle regioni meridionali e in Puglia in particolare, malgrado i ripetuti allarmi lanciati da Istat, Banca d’Italia, Ue e da tanti autorevoli studiosi,   è anche conseguenza dello scarso sostegno assicurato dalle Istituzioni alla famiglia naturale e alle nuove nascite.

Negli ultimi 15 anni, nella città di Bari i nuovi nati sono diminuiti di circa 800 unità, passando dai 3.065 del 2002 ai 2.260 attuali, i bambini tra 0 e 3 anni sono calati di circa 1.700 unitàe  i giovani tra i 15 e i 34 anni di ben 22mila (tra meno nascite ed emigrazione netta)!Le famiglie con cinque o più componenti erano il 22% nel 1981, sono attualmente poco più del 5% del totale; mentre il 24% della popolazione è composta da over 65.Una tendenza che è destinata ad accentuarsi nel prossimo decennio, con evidenti implicazioni di carattere sociale, economico, relazionale, di impatto sui bilanci pubblici e sulla domanda e offerta di servizi di welfare.

Il Forum delle associazioni di Puglia, realtà che da sempre aiuta, sostiene e accompagna le famiglie lungo tutto il loro percorso di vita, chiede quindi all’Ikea e al Comune di Bari un gesto che faccia sentire alle giovani coppie di non essere sole nel loro desiderio di sposarsi e di avere dei figli.

Abbiamo letto dell’iniziativa indetta da Ikea e patrocinata dal Comune di Bari a favore delle coppie che intendono unirsi civilmente. Riteniamo che non debba discriminare la famiglia naturale.

Per questo sarebbe bello sentir parlare anche di un concorso che premi il coraggio di chi, nonostante un lavoro spesso precario, l’emergenza abitativa e il timore per il futuro, sceglie di “metter su famiglia” e di far nascere nuove vite.

Un gesto simbolico, certo, ma allo stesso tempo importante sintomo di attenzione. Un viaggio, un piccolo banchetto (ché 100 persone sono poche per un matrimonio qui in Puglia!) e prodotti per l’arredamento potrebbero essere un incentivo simbolico a credere ancora nella base fondante della nostra società.

Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi